OMEGA SPEEDMASTER RACING

Quando, nel 1957, fu lanciato l'orologio OMEGA Speedmaster, i piloti di corse automobilistiche e di rally ne apprezzarono le prestazioni cronografiche e l'estetica. Il design del quadrante si ispirava infatti ai quadri delle automobili italiane. Quasi dieci anni prima di conquistare lo spazio, lo Speedmaster si era imposto come uno dei cronografi più riconosciuti e apprezzati al mondo.

L'OMEGA Speedmaster fu il primo cronografo a presentare una scala tachimetrica non sul quadrante, ma sulla lunetta. Un'innovazione che favoriva la leggibilità del tempo trascorso e che fece dello Speedmaster l'orologio più ricercato dagli automobilisti professionisti.

SCOPRA LA COLLEZIONE

". . . prima ancora di essere indossato sulla Luna o ai Poli, lo Speedmaster campeggiava già al polso di uomini e donne alla guida di bolidi ad alte prestazioni."

NUOVO MA FAMILIARE

Il cronografo OMEGA Speedmaster Racing è dotato di cassa da 40 mm in acciaio inossidabile con scala tachimetrica in alluminio nero opaco sulla lunetta. La scala tachimetrica è disponibile in grigio, grigio/giallo e grigio/rosso. Sul fondello a vite campeggia il caratteristico emblema dell'ippocampo.

DESIGN ESCLUSIVO AUTENTICO SPEEDMASTER

II quadrante e i sotto-quadranti presentano combinazioni cromatiche specifiche, che distinguono il modello Speedmaster Racing dagli altri segnatempo della gamma. I contatori dei 30 minuti, delle 12 ore e dei piccoli secondi sono ornati da un motivo “Clous de Paris” triangolare.

A ore 6 è posizionato un datario a finestrella. Le lancette di ore e minuti, al pari degli indici, sono rivestite di Super-LumiNova. Il modello Speedmaster Racing monta un esclusivo calibro OMEGA 3330 che combina un meccanismo cronografo con ruota a colonne, uno scappamento Co-Axial e una spirale in silicio Si14, per offrire una regolarità di marcia e delle prestazioni d'eccezione.